Climatizzatore? I tips per trascorrere un’estate fresca senza far lievitare la bolletta.

Sebbene si sia fatta attendere, anche l’estate 2021 finalmente è arrivata. Quindi adesso la priorità è rimanere freschi evitando, al contempo, di far lievitare eccessivamente i costi in bolletta; considerando anche che risparmiare sulla climatizzazione non equivale solo a pagare meno in fattura, ma vuol dire anche tutelare l’ambiente e rispettare il nostro pianeta.

Ma com’è possibile risparmiare se il condizionatore è un apparecchio che funziona ad energia elettrica e d’estate è costantemente accesso?

Ebbene, il primo escamotage per evitare bollette particolarmente salate è quello di valutare con la dovuta attenzione il punto esatto in cui installare il condizionatore. Infatti, in fase di montaggio dell’apparecchio, è bene tener presente che posizionarlo in luoghi di raccordo o passaggio, come corridoi, non solo non è strategico ma è un vero e proprio spreco di energie. Al contrario, il modo migliore per ottimizzare le prestazioni del dispositivo è posizionarlo nell’ambiente da rinfrescare, possibilmente sulla parte più alta di una parete libera da ostacoli, così da consentire all’aria fresca di diffondersi velocemente. Anche per quanto riguarda l’unità esterna del condizionatore è consigliabile adottare delle accortezze nel momento dell’installazione. L’opzione migliore è quella di posizionarla all’ombra e in un’area aperta e non angusta per favorire il ricircolo dell’aria. Naturalmente, sarà opportuno scegliere il condizionatore in base alle dimensioni dell’ambiente in cui andrà installato per ottimizzarne le performance.

Anche scegliere la temperatura giusta è essenziale, oltre che per evitare spiacevoli sorprese in bolletta e tutelare l’ambiente, anche per salvaguardare la propria salute. Perché impostare il condizionatore a temperature eccessivamente basse, non solo porta alle stelle i consumi ma è anche dannoso per la salute. Quando la temperatura esterna è particolarmente alta, il segreto per stare bene non è impostare all’interno una temperatura glaciale ma è deprivare l’ambiente dell’umidità. Infatti, ciò che più crea disagio d’estate è l’afa per questo non va tralasciato che una delle funzioni essenziali del condizionatore, oltre il raffreddamento, è quella di deumidificare.

Per quanto scontato possa sembrare, è opportuno ricordare che un altro consiglio essenziale per risparmiare è quello di stare bene attenti ad isolare l’ambiente da climatizzatore, chiudendo porte e finestre. Altrimenti si determinerebbe un enorme dispendio di energia.

Inoltre, per ottenere un decisivo risparmio sulla bolletta è fondamentale tener a mente un antico detto popolare: “Chi più spende meno spende”. A proposito di condizionatori questa massima è più che valida, infatti, se in fase di acquisto si opta per un dispositivo di classe energetica alta, non inferiore ad A o B, i vantaggi sono tantissimi, scopriamo quali.

  • Innanzitutto, grazie all’ecobonus, comprando un dispositivo di ultima generazione si potrà ottenere subito uno sconto in fattura, risparmiando anche il 50% sull’importo complessivo.
  • Poi, in fase di utilizzo, l’efficienza energetica del dispositivo ne assicurerà il massimo rendimento a fronte di consumi incredibilmente bassi e, di conseguenza, garantirà una notevole riduzione dei costi in bolletta.

Infine, il modo migliore per risparmiare è quello prendersi cura del proprio apparecchio. Una regolare manutenzione del climatizzatore è il segreto per garantirne l’efficienza. Il che, in altre parole equivale a garantirne le massime prestazioni e, nello stesso tempo, a mantenere stabili e calmierati i costi in bolletta.

 

CONDIVIDI L’ARTICOLO

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su google
Google+
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest