Riparte la campagna di controllo sugli impianti termici del Comune di Roma Capitale

Bollino blu alla caldaia e campagna di controllo sugli impianti termici

Bollino blu alla caldaia: Riparte la campagna di controllo sugli impianti termici del Comune di Roma Capitale. Dal 1 novembre 2018 parte la campagna di controllo degli impianti termici del Comune di Roma Capitale.

Il bollino blu alla caldaia, dopo che nel 2016 i controlli alle caldaie nella capitale erano sospesi a causa della mancata nomina dell’ente preposto, dal 1 novembre 2018 riprende la campagna di controllo degli impianti termici nel Comune di Roma: il nuovo concessionario del servizio è l’Organismo Ispezioni Impianti Termici.

concessionario del servizio, l’Organismo Ispezioni Impianti Termici,  ha predisposto i bollini, che saranno disponibili già da lunedì 5 novembre (vedi immagine Bollino blu alla caldaia di seguito)

     

Il Bollino Blu alla Caldaia è obbligatorio!!! Se non siete ancora in regola, vi consigliamo di chiamare un tecnico caldaie  per provvedere ed evitare il rischio di una multa salata. A Roma non fa eccezione, anche se nel 2016 i controlli alle caldaie nella capitale erano sospesi a causa della mancata nomina dell’ente preposto come abbiamo detto in precedenza, è necessario provvedere per evitare che nei futuri controlli, in partenza dal 1 novembre 2018, sia evidenziata questa mancanza. Infatti, il mancato bollino blu alla caldaia prevede una multa che va da 500 a 3000 euro.

Controllo Caldaia ogni quanti anni?

Il Bollino Blu alla Caldaia è obbligatorio ai sensi del D.L. 192 del 19 Agosto 2005. Il decreto prevede che siano i cittadini a preoccuparsi dei far effettuare il controllo con una periodicità diversa a seconda dei casi:

  • Ogni 4 anni se la caldaia ha meno di 8 anni ed è di potenza inferiore ai 35 kW
  • Ogni 2 anni per le caldaie più vecchie di 8 anni o se sono installate all’interno dell’abitazione Ogni anno per le caldaie centralizzate

CONDIVIDI L’ARTICOLO

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su google
Google+
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest